AUMENTO DEL SENO
 
(Mastoplastica additiva)
 

 
 

Il desiderio dell'aumento del seno e' senz'altro sempre accompagnato dalla decisione del chirurgo plastico. L'immagine che abbiamo di se stessi determina quello che siamo e la maniera in cui appariamo agli altri. Non tutte le donne sentono il bisogno dell'aumento del seno, d'un intervento che d'altre parte ha dato alle tantissime donne una sicurezza ed un aspetto piu' bello e piu' sensuale. Oggi, ci sono tante soluzioni operatorie per l'aumento del seno le quali e' meglio conoscere prima della decisione finale.

Oggi sono in uso numerose forme e dimensioni degli impianti di vari produttori, pero' prima dell'intervento e' importante sapere che, per lo piu', a una paziente corrisponde un solo tipo fra essi. Sapendo questo, eviterete l'accesso della manipolazione commerciale alla vostra decisione finale. La nostra clinica adopera esclusivamente gli impianti della piu' nuova generazione dei due migliori produttori mondiali (Mc Ghan e Mentor).

La decisione e' sempre individuale e deve essere presa in base ai desideri, ai bisogni ed alle aspettative della paziente. A questo intervento di solito si sottopongono le persone col seno scarso o col seno ridotto dopo il parto.

Immediatamente prima dell'intervento e' importante che la paziente faccia un esame delle mammelle con ultrasuoni oppure l'esame mammografico in dipendenza dell'eta' o dell' anamnesi familiare positiva della paziente.

Scopo: Aumento del volume della mammella o miglioramento della sua forma coll' inserimento d'un impianto con gel siliconico o con soluzione fisiologica dietro la ghiandola mammaria o sotto  il muscolo grande pettorale.

Tecnica operatoria: Di solito l'incisione di 4 cm viene fatta nel solco sottomammario perche' rimanga completamente invisibile e nascosta nella piega cutanea, poi nel cavo ascellare ed attorno all'areola. In dipendenza dell'impianto si crea lo spazio sopra o sotto il muscolo pettorale dove l'impianto viene inserito lasciando la ghiandola mammaria intatta.

Durata del procedimento ed anestesia: Il procedimento dura 11,5 ora e viene eseguito in anestesia generale.

Convalescenza: Ritorno alle solite attivita' dopo qualche giorno. I fili vengono tolti dopo 2 settimane. Si consigliano i reggipetti speciali o bendaggi dopo l'intervento. Ematomi e lievi edemi presenti dopo l'intervento scompaiono in 10 giorni. Le attivita' pesanti o lo sport sono da evitare durante i primi 30 giorni.

Complicazioni rare: Temporanea riduzione della sensibilita' del capezzolo, lieve gonfiore e tensione che regrediscono in 12 settimane.

    Pro    
Post
Pro
Post
Pro
Post
Pro
Post
Pro
Post
Pro
Post